sabato 13 agosto 2016

QUOTA ASSOCIATIVA FIDEF Annualità 2016/2017



Vi ricordiamo che anche quest’anno la quota associativa  “settembre 2016 - agosto 2017” è di euro 320,00,  sia per i nuovi associati che per il rinnovo.

A ricezione della copia del bonifico provvederemo a inviarvi la nuova pass word d’accesso alle notizie – schemi – normative – ecc.  riservate agli Associati, unitamente alla Certificazione,  indispensabile per far valere, quali associati, la regolarità dell’applicazione del CCNL FIDEF e dei formulari a supporto.

Un auguro a tutti Voi buone vacanze!
Un caro saluto anche da parte di tutti i ns Collaboratori.

Luca Paladino

Presidente FIDEF

venerdì 12 agosto 2016

ACCREDITAMENTO MIUR PER ENTI DI FORMAZIONE ED ISTRUZIONE


ACCREDITAMENTO MIUR PER ENTI DI FORMAZIONE

potrete trovare il nuovo regolamento per accreditarsi con il MIUR in qualità di Ente di Formazione. 

Vi segnaliamo alcune importanti novità:
  • la procedura sarà esclusivamente online;
  • sarà necessario includere il CV di ogni formatore;
  • la scadenza per fare richiesta di accreditamento è il 15 ottobre 2016.

Sull’argomento, la segreteria operativa della FIDEF rimane a disposizione per ogni chiarimento.

Tabelle ed Elementi Retribuzione CCNL FIDEF personale dipendente e Co Co Co

Elementi CCNL FIDEF
decorrenza

Orario settimanale
Personale non docente 40 ore – Personale Docente 32 ore settimanali
Retribuzione
Minimi tabellari

liv.

qualifica
RETRIBUZIONE TABELLARE
Importo mensilità
dal Sett. 2017


Dal 1.10-2015
aumento
tab.
1
·  OPERATORE TECNICO-AUSILIARIO
1240,95
32,04

2
·  OPERATORE DI SEGRETERIA
1290,65
35,58

3
·  COLLABORATORE AMMINISTRATIVO
1310,00
40,25

4
·  OPERATORE TECNICO DEI SERVIZI  -
·  DOCENTE TENICO DI LABORATORIO
1380,60
45,84

5
·  RESPONSABILEAMMINISTRATIVO/ORGANIZZATIVO
·  FORMATORE/DOCENTE
1600,00
53,00

6
·  DOCENTE/ FORMATORE Esperto di soluzioni  per FORMAZIONE A DISTANZA
·  FORMATORE/DOCENTE ORIENTATORE  
1650,00
58,00

7
·  DIRETTORE
1750,80
62,20

Divisore giornaliero/orario
La quota giornaliera viene determinata dividendo la retribuzione mensile in godimento per 26. La quota oraria viene determinata dividendo la retribuzione mensile per il divisore di riferimento delle ore settimanali di lavoro previsto per il livello corrispondente
Divisore
Ore settimanali
Livelli
173
40
Tutti i livelli a eccezione di quelli sotto indicati
139
32
5°  DOCENTE / FORMATORE
6° DOCENTE / FORMATORE Esperto di soluzioni  per FORMAZIONE A DISTANZA
6° FORMATORE/DOCENTE ORIENTATORE
Mensilità 13

Retribuzione Docenti
Co Co Co
Il parametro di  riferimento daa utilizzare per il corrispettivo del docente
Co co co è di Euro/ora 14,50 parametrato al tempo normalmente previsto
ENTE BILATERALE
Contribuzione sospesa – in attesa di regolamentazione


mercoledì 10 agosto 2016

Come assumere un Docente americano specializzato e quali sono i requisiti previsti dalla normativa per bypassare i flussi annuali?

Alla domanda che viene di frequente posta, riteniamo utile la qualificata risposta data dall'esperto Roberto Camera   Funzionario della Direzione Provinciale del Lavoro di Modena.

Vengono considerati altamente qualificati (Carta blu Ue - art. 27 quater) gli stranieri che sono in possesso:
§  di un titolo di istruzione superiore rilasciato dall’autorità competente nel Paese dove è stato conseguito, che attesti il completamento di un programma di istruzione superiore post-secondaria di durata almeno triennale (la documentazione deve essere tradotta e legalizzata dalla rappresentanza consolare italiana nel paese di residenza dello straniero). Oltre a tale requisito è necessario anche il possesso di una qualifica professionale superiore rientrare nei “livelli 1 e 2 e 3 della classificazione ISTAT delle professioni CP 2011”.
§  limitatamente all’esercizio delle professioni regolamentate, dei requisiti previsti dal D.L.vo 206/2007.

Ulteriore condizione prevista per tali ingressi è che i lavoratori stranieri siano assunti per l’esercizio di prestazioni lavorative da svolgersi per conto o sotto la direzione o il coordinamento di un’altra persona fisica o giuridica.
a cura della  - www.fidef.it

venerdì 22 luglio 2016

MODALITÀ CONTRATTUALE E DI ESECUZIONE DEL RAPPORTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER IL PESONALE DOCENTE.

Riteniamo opportuno evidenziare che qualora il rapporto di collaborazione  (esecuzione della prestazione) non avviene nel rispetto della previstone legislativa e ritenendo che lo scudo della contrattazione collettiva può rappresentare palesi profili di debolezza costituzionale rispetto ad una eventuale contestazioni (del lavoratore o degli organi preposti),  in ragione del principio dell’indisponibilità della tipologia contrattuale (Costituzione artt. 3 e 36), nulla impedisce, in presenza  della etero direzione, la conversione del co co co in un rapporto di lavoro  con l’estensione delle  tutele tipiche del lavoratore subordinato  (cfr. Cass. 22289/2014). In tal senso anche P.Inchino in “colloqui giuridici “il lavoro parasubordinato organizzato dal committente”; L.Favilla e E. Cassanetti (in G.Lavoro 2015 n.27)  e Santoro-Passarelli,  in commento al d.lgs 81/2015 in tipologie contrattuali e lo jus varianti (Adapt University Press 2015,20).
Per la stipula del contratto di Co. Co.  Co. per i Docenti, la FIDEF ha approntato uno specifico schema, in conformità a quanto normato  dal CCNL FIDEF ed al dettato del D Lgs 81/2015.  
Conseguentemente si consiglia di redigere il contratto,  da come dal predetto schema contrattuale e dall’art. 15 del CCNL  FIDEF,
Si evidenzia che l’applicazione del CCNL FIDEF e lo schema predetto, conservano la loro  sua validità ed efficacia per i soli associati alla FIDEF
Per un approfondimento
Diritto delle relazioni industriali - Giuffrè  Editore n.2/2016 - .Gian Piero Gogliettino  - Jobs Act: le criticità del lavoro autonomo parasubordinato e le possibili soluzioni  -

Contratto co.co.co.: caratteristiche principali                     collaboratori coordinati e continuativi (c.d. co-co-co) sono anche detti lavoratori parasubordinati, perché rappresentano una categoria intermedia fra il lavoro autonomo ed il lavoro dipendente. Lo scopo di questo tipo di contratto è poter operare in autonomia , esclusi vincoli di subordinazione, ma nel quadro di un rapporto continuativo con il committente.

Le caratteristiche di questo tipo di contatto sono:
  • autonomia del lavoratore
  • coordinamento organizzativo operato dal committente;
  • natura prevalentemente personale della prestazione;
  • continuità ovvero la costanza nel tempo della collaborazione, anche a tempo indeterminato, svincolata dal raggiungimento di traguardi: pertanto, continuativa significa perdurante nel tempo ovvero sganciata da scadenze/obiettivi (programmi o progetti).
Dal punto di vista contributivo i versamenti confluiscono nella gestione separata Inps ricevono il cedolino paga Il reddito è assimilato a quello da lavoro subordinato. In ogni e sono tenuti ad iscriversi al fondo Gestione Separata Inps. Competente sulla domanda di iscrizione è la stessa sede Inps che ha la competenza sulla costituzione delle posizioni assicurative dei lavoratori e sulle eventuali azioni di recupero dei contributi.
La contribuzione prevista nel corso dell’anno 2016 (circolare inps 13/2016) per i lavoratori parasubordinati tra cui rientrano i collaboratori coordinati e continuativi anche nella modalità a progetto se non ricondotti nell’ambito del rapporto di lavoro subordinato alla stregua della previsione di cui all’ articolo 2, del decreto legislativo 81/2015, a favore della gestione separata Inps (legge 335/1995) è la seguente:
•         lavoratori privi di altra copertura, 31,72% di cui due terzi a carico del committente e un terzo a carico del collaboratore; l’aliquota (0,72 aggiuntiva a quella del 31,00) finanzia l’onere contributivo per la maternità, la malattia, la degenza ospedaliera, l’assegno per il nucleo familiaree congedo parentale;
•         pensionati e lavoratori iscritti ad altre gestioni: 24,00% di cui due terzi a carico del committente e un terzo a carico del collaboratore.

A cura della
Federazione Italina Enti e Scuole di Istruzione e formazione

www.fidef.it

venerdì 15 luglio 2016

FIDEF - Obbligo Contributivo a favore dell'Ente Bilaterale

Oggetto:   CCNL FIDEF ed Ente Bilaterale

                Si evidenzia che, in deroga a quanto previsto dal ns. CCNL non và ad applicarsi l’istituto dell’Ente Bilaterale in quanto non si è ancora pervenuto alla stipula di un accordo (regolamento) con l’Ente bilaterale di istruzione e formazione, organismo paritetico costituito dalle organizzazioni nazionali delle scuole che hanno sottoscritto il CCNL in oggetto.

                 Di conseguenza non deve essere assolto obblighi derivante dalla “bilarietà”  ed  applicare  quanto previsto e normato dal CCNL FIDE,F relativo al pagamento (contribuzione) per il funzionamento di detto Ente: nessuna ritenuta o onere dovrà essere posto a carico della Scuola (ente gestore) ed personale dipendente dall’ Ente stesso a detto titolo.

                 Sarà nostra cura provvedere con la sollecitudine del caso, a comunicare l’applicazione  della contribuzione all’Ente Bilatera di cui trattasi, appena sarà stillato e sottoscritto l’apposito “regolamento” che ne regola modalità e  finalità, la cui bozza sarà preventivamente inviata agli associati.

                    Distinti saluti

                                                                                               Lucantonio Paladino
                                                                                               Presidente FIDEF

                                                       

venerdì 10 giugno 2016

VOUCHER - Contratto di Prestazioni di Lavoro Accessorio - artt. 70 e ss. D.Lgs 276/2003

Contratto Prestazioni di Lavoro Accessorio - artt. 70 e ss. D.Lgs 276/2003

I sottoscritti,
dr. ………, …………………nato a ………… (..), il ……….. - nella qualità di rappresentante legale della Scuola - Associata FIDEF - con sede in ……. alla via ………………… n. …  -  per brevità, anche “il Committente”;

e ___________________________, nato a _____________________ (__), il __/__/____, residente a ______________________ (__), in _________________________ n. __, nel prosieguo, per brevità, anche “il Prestatore”;

CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE
1.  Il Committente affida al Prestatore l'incarico di effettuare la seguente attività: di esaminatore e vigilatore durante l’erogazione esami Cambridge English
2. Le parti intendono inquadrare le prestazioni oggetto del presente incarico come lavoro accessorio ai sensi degli artt. 70 e ss. d.lgs. n. 276/2003 e successive modifiche ed integrazioni.
3. Il Prestatore afferma di non superare il limite annuo di euro 5.000 per effetto del cumulo dei compensi derivanti dal presente e da altri incarichi di lavoro accessorio, come da allegata dichiarazione dettagliata.
4. L'attività di cui sopra sarà svolta dal Prestatore nei giorni dal __/__/____ al __/__/____ Eventuali variazioni, d'accordo tra le parti ovvero determinate da oggettiva impossibilità sopravvenuta di completamento dell'attività nei termini prefissati, potranno essere previamente concordate dalle parti.
 5. Il corrispettivo dell'opera prestata, sarà corrisposto mediante gli appostiti Buoni Lavoro (o “Voucher”) acquistati dall'Inps per la retribuzione del lavoro accessorio per l’importo lordo di euro ___________/ora. E che il Committente utilizza per retribuire la prestazione  di lavoro accessorio “Buoni Lavoro” acquistati dello svolgimento della prestazione stessa
 6 Data la natura di “imprenditore” ai fini dell’art. 70 del D.Lgs 276/2003 del Committente, come specificata dalla Circ. Min. Lav. 4/2013, il compenso complessivo per la prestazione di lavoro accessorio è inferiore a euro 2.000,00.
Letto, confermato e sottoscritto,
                     

                 Il Prestatore                                                         Il Committente

www.fidef.it
modulari